... i bambini

   
 


 

 

Home

=> I MIEI RACCONTI

=> ...I QUADRI

=> ....di Samuele Arcangioli

=> ....di Paola Lanzarotto

=> ...di Iride Vergani

=> .... lettere e dintorni

=> ...gli adolescenti

=> ...i ricordi

=> ...un pò di giallo, un pò di

=> ...sul Natale

=> ...sull'handicap

=> ...le donne

=> ...gli uomini

=> LE FILASTROCCHE

=> ... i bambini

=> ... i personaggi della fantasia

=> ...gli animali

=> ...il mercato

=> favole

=> SERATE PAROLE E MUSICA

=> PROGRAMMI PER IL FUTURO

articoli di giornale

lascia un messaggio

 


     
 

 

FILASTROCCA DELLA MAMMA


Filastrocca della mamma
Per far fare tanta nanna
A una bimba capricciosaNella sua tutina rosa.

Filastrocca piccolina, Succhia il dito la bambina,
Sgrana gli occhi sulla mamma
E non vuole far la nanna.

Le racconta di un topetto Che non vuole andare a letto,
Ed allora per dispetto
Si nasconde sotto il tetto.

Sotto il tetto c’è un bel gatto
Che gli dice: ”Ma sei matto!
Tu non sai che cosa hai fatto!
Ma vogliamo fare un patto?”

Se ti mangio poi o adesso Sai,  per me fa lo stesso
Io lo faccio tanto spesso!

Se t’inseguo e non ti prendo,
(tanto poi io non mi arrendo)
Tu ritorni nel lettino
E ti fai il tuo pisolino.
Trema tutto il bel topino
Pensa:”Sono un birichino”
Io potevo fra un pochino
Esser già nel miolettino.

Filastrocca assai veloce
in cucina il cibo scuoce
E la mamma ha un po’ fretta
Di lasciar la cameretta.

Ma la bimba che è paurosa
Succhia il dito senza posa
Sgrana gli occhi pensierosa
Nella sua tutina rosa.

Filastrocca si fa lenta
E la mamma si addormenta
Si addormentan pian pianino
la bambina e il topino



L'ALFABETO DEI NOMI

A
nna  guarda gli aquiloni

Che si alzano nel cielo

Bruno sale sopra il melo

E cade giù a ruzzoloni

Claudia corre a perdifiato

per non perdere il suo treno

Dario vede che è sereno

Va a giocare su un bel prato

Ezio caccia le farfalle,

le insegue col retino,

Franco che è un contadino

Munge il latte nelle stalle.

Giorgio che non ha mai fretta

Si addormenta sulla branda.

Hans che abita in Olanda

E’ sempre in giro in bicicletta.

Iole salta con la corda

Nel giardino in riva al mare.

Laura sta per arrivare

Con la nonna che è un po’ sorda.

Mauro esce ogni giorno

Va a pescare sul Ticino

Nadia siede sul gradino

Ed aspetta il suo ritorno

Olga non ha una compagnia

Perché spesso è litigiosa

Piera invece è spiritosa

Invita tutti all’allegria

Quinto è proprio piccolino

Non sa ancora camminare

Rosa è da consolare

Perché ha perso il suo micino

Silvio oggi è ammalato

È rimasto nel lettino

Tullia aggiusta il suo cuscino

E gli porta un buon gelato

Umberto deve riordinare

La sua scatola dei giochi

Zita infine ha un bel daffare

(Venti figli non son pochi).

Deve andare indietro e avanti

E far star buoni tutti quanti.


 

LA MANINA    


Quante dita ha la tua mano
Se la apri piano piano? Cominciam dal mignolino
Che di tutti è il più piccino.

Vanitoso è suo fratello
Che infilare vuol l’anello
Per poter farsi ammirare
Dice a tutti: ”Sono l’anulare!”

Ma il medio che è il maggiore
Lo rimbrotta:”Per favore! Se sei tutto una moinaSembri proprio una gallina !”

Ecco l’indice si desta
Vuol qualcosa nella cesta E si allunga e fa notare
Che si può anche non parlare. 
Tace il pollice, sta a guardare
Indeciso su che fare
Piano piano si fa avanti
E li tocca tutti quanti.

 

   

    
      

 
 

ci sono stati già 21982 visitatori (39196 hits)